cinema

Can A Song Save Your Life ': Keira Knightley e Mark Ruffalo convincono in una storia d'amore senza kitsch

Anonim

4 su 5 punti

Ti ricordi il successo a sorpresa 'Once'? Nel film, il regista John Carney ha raccontato la storia di un musicista di strada irlandese e di un immigrato dell'Europa dell'Est, che si è dedicato completamente alla musica e ha così incantato il mondo intero. Otto anni e un Oscar dopo, Carney prova il suo ultimo lavoro "Can A Song Save Your Life?" per costruire su questo successo. Fedele al motto "I calzolai stanno con il tuo ultimo", questo film è di nuovo un tributo alla musica e all'amicizia e, grazie al suo attore di punta Keira Knightley e Mark Ruffalo, non solo per il cuore, ma evoca un sorriso garantito sul tuo viso. Ma una canzone può davvero salvarti la vita?

Di Ann-Christin Gebhardt

Nel caso di Gretta (Keira Knightley - 'Orgoglio e pregiudizio, Pirati dei Caraibi') e Dan (Mark Ruffalo - 'Marvel's The Avengers' e 'The Kids Are All Right') sicuramente si! Perché mentre sembra non esserci più nulla dei loro sogni, è la passione condivisa per la musica che riporta in vita il giovane cantautore e il produttore di musica incasinato e sconfigge il loro dolore. Allo stesso tempo, "Can A Song Save Your Life?" una critica silenziosa al mondo della musica, dove il marketing e la promozione hanno giocato a lungo un ruolo più importante del prodotto musicale.

Questo problema riguarda anche il britannico Gretta. Appena arrivato a New York, lascia il suo amico di lunga data Dave (Adam Levine - frontman della band 'Maroon 5') per l'assistente della sua casa discografica e la sua nuova vita da rockstar. Decide di tornare in Inghilterra il prima possibile. Ma poi incontra Dan in un club, un produttore musicale in crisi, che ha sepolto da tempo la sua carriera e, per di più, è stato cacciato dalla sua stessa compagnia. Le due anime rotte alla fine fanno amicizia e decidono di fare le proprie cose. Vogliono registrare un album - senza budget, senza uno studio di registrazione sciccoso, ma piuttosto rude nei luoghi più insoliti di New York. Nella metropolitana, sul tetto, sotto il ponte - sempre con i suoni della città pulsante sullo sfondo.

"Una canzone può salvarti la vita?" non è una storia d'amore hollywoodiana kitsch

Così, il regista Carney, che tra l'altro è un bassista esperto e ha suonato nei primi anni '90 nella rock band "The Frames", qualcosa è successo che solo pochi registi hanno avuto successo nella fabbrica dei sogni. Lui crea autenticità. E deve questo ai suoi principali attori di armonizzazione in particolare. Invece del romanticismo hollywoodiano kitsch, che serve tutti i cliché, suonano con tanta dedizione e calore che il film prende sotto la pelle. La loro fragilità e dolore fino al punto di speranza che traggono dal loro tempo insieme sono letteralmente tangibili. Il fatto che i due non siano finiti, come occasionalmente indicato nel film, come una coppia di innamorati, ma anche come amici profondamente connessi - quasi anima gemella - aiutano a rimettersi in piedi, contribuisce anche a.

Lo stesso vale per la musica in "Can A Song Save Your Life?" il vero ruolo principale gioca. I numeri emozionali indie pop sottolineano l'umore malinconico e sono perfettamente integrati nella trama di John Carney. Egli padroneggia il suo mestiere come ex regista di videoclip - questo è chiaramente da notare qui. Il fatto è che la star di Hollywood Keira Knightley non è solo una delle innumerevoli attrici che fingono di cantare dopo che un intero gruppo di ingegneri del suono ha appianato qualsiasi tono strano. La voce dei ventinovenne può certamente essere ascoltata.

John Carney rimane con "Can A Song Save Your Life?" fedele e sfida il mainstream di Hollywood. Nel 2006 ha vinto un Oscar per la miglior canzone del film "Once". Se è abbastanza per un ragazzo d'oro questa volta, una volta è messo lì. Una canzone può davvero salvarti la vita? Nessuna idea Ma può addolcire la giornata.

Uscita in sala: 28 settembre 2014